venerdì 27 gennaio 2012

Morning News


* Aste italiane ancora al centro dell'attenzione degli operatori, oggi, con l'offerta di complessivi 11 miliardi di Bot. Un mese fa, in occasione dell'ultimo collocamento, il tasso era stato fissato a 3,251% la metà del precedente 6,504% visto a fine novembre. Il Tesoro mette sul piatto questa mattina Bot semestrali per 8 miliardi e Bot flessibili a 331 giorni per 3 miliardi.

* Buon rialzo ieri per i Btp, nonostante il persistente stallo sulla Grecia e i crescenti timori legati all'eventuale necessità di un secondo piano di aiuti anche per il Portogallo (i rendimenti sui titoli di Stato quinquennali e decennali del paese sono saliti a nuovi record). Ieri pomeriggio il rendimento sul Btp decennale ha fatto una breve puntata sotto quota 6% - non succedeva dallo scorso 8 Dicembre - mentre lo spread su Bund ha chiuso in flessione a 418 punti base, nonostante la buona seduta registrata anche dalla carta tedesca.

* Ripresi i colloqui tra Grecia e creditori privati sul piano di swap del debito del paese. Dopo settimane di trattative sulla cedola e sui rendimenti dei nuovi bond da assegnare alle banche, la novità principale è rappresentata dalla richiesta alla Bce e agli stati della zona euro di contribuire all'alleggerimento del carico debitorio che grava su Atene. Tra le ipotesi, la svalutazione dei bond greci detenuti nel portafoglio di Francoforte o la richiesta di più soldi pubblici nel piano di salvataggio del paese. Indicazioni in tal senso, avanzate nei giorni scorsi dalla Lagarde, sono state confermate anche ieri da Rehn ma fonti riferiscono che il consiglio Bce non ha trovato una posizione comune sulla gestione dei governativi ellenici, Colloquio informale ieri sera tra Gerorge Papademos e Charles Dallara.

* A Davos, in Svizzera, prosegue il "World Economic Forum 2012", giunto alla sua terza giornata. A margine dei lavori del vertice, che si conclude domani, un consulente della banca centrale cinese ha detto a Reuters che l'economia cinese crescerà quest'anno a 8,5% rispetto al 9,2% del 2011 e il tasso medio di inflazione si attesterà a 3% da 4,5%.

* Tra i dati europei la massa monetaria M3 della Bce, che le stime danno in crescita in Dicembre del 2,2% dopo il 2% del mese precedente. Sicuramente più 'market mover' i dati del pomeriggio dagli Usa, in particolare la lettura preliminare sul pil del quarto trimestre: le stime indicano una crescita del 3%, in sensibile rafforzamento dall'1,8% del terzo. In arrivo, tra gli altri dati, anche la revisione della fiducia dei consumatori, elaborata dall'Università del Michigan: l'indice di gennaio, stando alle previsioni, dovrebbe essere rivisto a 74,1 punti dai 74 del preliminare, contro il 69,9 di Dicembre.

* Le vendite al dettaglio giapponesi mostrano a Dicembre un recupero annuo di 2,5% - contro attese raccolte da Reuters per 2,3% - e un incremento mensile di 0,3%.

* Sempre in Giappone e sempre il mese scorso, i prezzi al consumo di Dicembre segnano un calo annuo di 0,1%, mentre quelli della sola area di Tokyo a febbraio vedono una caduta annua di 0,4%.

* Si muovono in frazionale i contratti derivati sul greggio nelle ultime battute sulla piazza asiatica, dove i futures Brent arrivano brevemente a superare la soglia di 111 dollari. Poco dopo le 7,30 il derivato Brent a marzo risale di 13 centesimi a 110,92 dollari il barile, mentre la stessa scadenza sul Nymex avanza di 6 cent a 99,76 dollari.

* Finale di seduta all'insegna del marcato recupero dello yen sulle principali controparti grazie ad acquisti da parte di esportatori giapponesi in vista della fine del mese. Intorno alle 7,40 dollaro/yen a 77,02/07 da 77,45, euro/yen a 100,97/02 da 101,48 ed euro/dollaro a 1,3108/09 da 1,3102.

* Terminano in positivo gli scambi sui governativi Usa, con il rendimento del benchmark a 5 anni che scivola sui minimi dagli anni '60 grazie ai timori sull'obbligazionario europeo.
Il benchmark a dieci anni sale di 18/32 in chiusura per un rendimento di 1,940%


DATI MACROECONOMICI
ITALIA
* Istat, indicatori demografici 2011 (10,00).

GRECIA
* Prezzi alla produzione dicembre (11,00).

SPAGNA
* Disoccupati 4° trimestre (9,00).
* Vendite al dettaglio dicembre (9,00).

ZONA EURO
* Bce, M3 dicembre (10,00).
* Bce, prestiti a privati dicembre (10,00).

USA
* Revisione licenze edilizie dicembre (6,00).
* Pil e core Pce 4° trimestre (14,30).
* Fiducia consumatori Univ.Michigan gennaio (15,55).


ASTE DI TITOLI DI STATO
ITALIA
* Tesoro, asta Bot.

Nessun commento: