mercoledì 18 gennaio 2012

Morning News


* E' testa a testa tra la Grecia e i suoi creditori privati sulla questione dello swap del debito di Atene. Mentre oggi l'IMF riprenderà i colloqui, bruscamente interrotti la settimana scorsa, in un'intervista al New York Times il premier Papademos non ha escluso l'introduzione di una legge che obblighi banche e assicurazioni ad accettare una svalutazione dei titoli nel loro portafoglio se non verrà trovato un accordo.
Lo swap del debito greco è il presupposto per l'avvio del secondo programma di bailout e il versamento della prossima tranche di aiuti senza cui Atene rischia il default a marzo.

* Mario Monti oggi incontra il premier britannico David Cameron. Sul tavolo, tra l'altro, la questione della riforma del trattato europeo da cui Londra si è chiamata fuori in occasione dell'ultimo summit Ue a Bruxelles. Nella seconda parte di un'intervista-fiume al FT, pubblicata oggi, Monti ha ribadito la sua convinzione sulla necessità di rafforzare il fondo Salva-Stati e la sua intenzione di procedere al programma di liberalizzazioni.

* Attive oggi, sul fronte del primario, Germania e Portogallo. La prima offre 4,0 miliardi Schatz dicembre 2013, cedola 0,25%. Lisbona dovrebbe invece collocare un ammontare compreso fra 2,0 e 2,5 miliardi di titoli a 3, a 6 e a 11 mesi. Ieri, fra i periferici, esito positivo per le aste di Grecia e Spagna, quest'ultima in particolare ha registrato un notevole calo dei tassi.

* Dopo il declassamento di due notch operato da Standard & Poor's, ulteriori indicazioni in merito alle prospettive del rating italiano, potrebbero arrivare da Fitch, che a Milano presenta "2012 European Credit Outlook". Ieri l'agenzia ha definito probabile il downgrade di uno o due notch entro fine mese.

* In attesa dell'arrivo della missione di monitoraggio fiscale del Fmi, il direttore esecutivo del Fondo Arrigo Sadun partecipa a un seminario sulle prospettive economiche del 2012. Il monitoraggio, secondo quanto dichiarato la scorsa settimana dal capo uffico stampa Gerry Rice, potrebbe arrivare in Italia già da questo mese.

* Dal lato macro, indicazioni ai mercati potrebbero arrivare dalla presentazione del rapporto economico annuale dell'economia tedesca. Secondo quanto anticipato da una fonte governativa, l'esecutivo tedesco annuncerà una stima sulla performance economica equivalente a un'espansione del prodotto interno lordo di 0,7% quest'anno e 1,6% il prossimo. Sul 2012 la precedente proiezione era di una crescita economica di 1%.

* Giappone, la revisione della produzione industriale di novembre ha evidenziato un calo del 2,7% dal -2,6% della prima lettura. In calo anche la capacità di utilizzo, scesa a novembre di 2,9 punti a 86,7.

* Euro in rialzo su dollaro sulle piazze asiatiche, ma zavorrato dai timori legati al debito della zona euro, con l'asta portoghese osservata speciale degli investitori. Intorno alle 7,30 euro/dollaro a 1,2757 da 1,2735; euro stabile su yen a 97,84; dollaro/yen a 76,68 da 7681.

* In attesa della pubblicazione del rapporto mensile sul mercato petrolifero, i prezzi del greggio sono in rialzo in Asia, supportati da segnali macro positivi arrivati da Usa e Cina. I futures sul Brent trattano a 111,97 dollari il barile e guadagnano 44 centesimi il barile; i derivati del Nymex avanzano di 52 centesimi a 101,23 dollari il barile.

* Chiusura in rialzo per le scadenze lunghe dei Treasuries sulla piazza newyorchese, grazie al supporto del programma acquisto bond della Fed e dei persistenti timori legati alla zona euro.Il decennale benchmark ha terminato la seduta in rialzo di 6/32 e un tasso dell'1,85%, mentre il trentennale ha chiuso con un guadagno di 16/32 e un rendimento del 2,89%.


DATI MACROECONOMICI
ITALIA
* Istat, commercio estero novembre (10,00).

GRAN BRETAGNA
* Ilo, disoccupati novembre (10,30) - attesa 8,3%.

ZONA EURO
* Eurostat pubblica dati su settore edilizio novembre.

USA
* Prezzi alla produzione dicembre (14,30) - attesa 0,1% m/m; 5,1% a/a.
* Flussi capitale novembre (15,00).
* Produzione industriale dicembre (15,15) - attesa 0,5% m/m.
* Utilizzo capacità dicembre (15,15) - attesa 78,1%.
* Scorte Usa settimanali prodotti petroliferi Eia (16,30).


ASTE DI TITOLI DI STATO
GERMANIA
* Tesoro, asta per 4,0 miliardi Schatz a 2 anni 13/12/2013, cedola 0,25%.

PORTOGALLO
* Tesoro, asta per 2,0-2,5 miliardi seguenti titoli di Stato: a 3 mesi 20/04/2012; a 6 mesi 20/07/2012; a 11 mesi 21/12/2012.

USA
* Tesoro, asta titoli di Stato a 4 settimane (17,30).


BANCHE CENTRALI
CANADA
* A Ottawa banca centrale pubblica rapporto di politica monetaria.

USA
* A Washington audizione Tarullo, governatore Fed (15,30).

ZONA EURO
* A Berlino Weidmann partecipa a riunione consiglio governo tedesco (9,30).

Nessun commento: